ROK CENTRO, SISTI APRE LA STAGIONE NELLA ROK SENIOR

GALA' DELLO SPORT DI MOLINELLA/ I PREMI DEL CAFFE': MEDAGLIA D’ORO ALESSANDRO MONTANARI

a Jacopo Sisti, giovane pilota di kart, per la forza e il coraggio dimostrati nel combattere e sconfiggere un avversario terribile come il Linfoma di Hodking, Consegnano il premio Rino ed Enrichetta Montanari, accompagnati da Claudio Decataldo in rappresentanza della Compagnia del Caffè.

26 Gennaio 2019

Dopo una serie di test al simulatore, Jacopo Sisti in corsa per la Formula 3

6 Novembre 2018

Sabato scorso, presso la Coloni Motorsport di Passignano sul Trasimeno, Jacopo Sisti ha sostenuto una serie di test al simulatore per un eventuale passaggio in Formula 3. Il test è andato bene e al momento Sisti risulta essere il secondo in graduatoria tra i ragazzi selezionati. Nelle prossime settimane potrebbe essere ricontattato per un ulteriore test sulla pista di Magione (PG).

 

30 settembre 2018 duecaffe

http://www.duecaffe.it/index.php?option=com_content&view=article&id=12365&catid=45&Itemid=194

3 Agosto 2018

3 agosto - Ieri abbiamo ricevuto questa mail, che pubblichiamo integralmente. Il racconto di una VITTORIA così speciale merita certamente la prima pagina di questo giornale..

 

Cari amici di Duecaffè, sono Jacopo e vi scrivo personalmente perché ci tengo a raccontarvi il mio ritorno in pista. Voglio raccontarvi un po’ più nei dettagli anche la mia malattia.

 

Domani (oggi per chi legge, NdR) parto per Castelnuovo Berardenga (Siena) per partecipare dal 3 al 5 agosto alla gara del Campionato Italiano Rotax. Il campionato è lo stesso dello scorso anno ma avendo compiuto i 16 anni la categoria non sarà più la junior ma la max. Inoltre corro con telaio Tony con il team MotorOne racing. Sono felicissimo di tornare in pista dopo 5 mesi di stop e un duro allenamento di un mese pwr rimettermi in forma ed emozionato di rivedere tutti i miei amici del mondo del kart.

 

Come ormai sapete perchè ho visto che avete condiviso un mese fà il mio post che ho pubblicato su fb, e vi ringrazio di dedicarmi sempre dello spazio sul vostro giornale, ho passato alcuni mesi difficili in quanto il 7 febbraio per caso il mio papà mentre stavamo scherzando mi ha appoggiato una mano sul collo ed ha sentito una ghiandola infiammata. La mamma così il giorno dopo ha deciso di portarmi a fare una ecografia dal Dottor Gualandi, che ringrazio pubblicamente, il quale mi ha consigliato di andare in Ospedale per fare un controllo più approfondito perché secondo lui non si trattava di una semplice ghiandola infiammata. Così la mamma mi ha portato subito all'Ospedale Sant'Orsola, reparto pediatrico. Io stavo benissimo, andavo a scuola, mi stavo allenando perché a marzo sarebbero ricominciate le gare, non avevo nessun sintomo. Qui, al pronto soccorso, c'era la dottoressa Sara Forti di Molinella (approfitto per ringraziare anche lei), che subito mi ha sottoposto ad una ecografia al collo e ad una lastra e alla fine ha deciso il mio ricovero in quanto sembrava dai primi esami che io avessi un Linfoma. In una settimana mi hanno rivoltato come un calzino tra Pet, Tac, prelievi del sangue e l'intervento del linfonodo ingrossato per capire dall'esame istologico di che tipo di Linfoma si trattava essendocene di più tipi. Inizialmente sia io che la mia famiglia eravamo disperati: io mi sentivo protetto solo in famiglia, ma con il passare dei giorni i medici mi hanno detto che si trattava di Linfoma di Hodgkin, che le terapie ci sono su protocolli già sperimentati da molti anni e che le probabilità di guarigione per questo tipo di malattia oggi sono altissime, avrei solo dovuto passare un periodo di alcuni mesi difficili ma sarei guarito. Non avrei però potuto frequentare luoghi chiusi o troppo affollati, in quanto le difese immunitarie con le terapie a cui mi sarei dovuto sottoporre si abbassano e sarebbe stato meglio se io non mi fossi ammalato. Ho dovuto riorganizzare la mia vita senza però cambiarla più di tanto e ho capito che non dovevo vergognarmi di nulla. Ho frequentato la scuola in ospedale perchè l'Ospedale Sant'Orsola offre questo servizio e i miei professori sono sempre venuti a farmi lezione a casa in modo che io non restassi indietro con il programma e non perdessi l'anno scolastico perché sanno che io alla scuola tengo molto. Ho continuato ad uscire in bici, ho partecipato ad un concorso del Resto del Carlino che ho vinto e ho avuto in regalo due biglietti per partecipare dai box alla gara di superbike che si è svolta sul circuito di Imola e sono andato con il papà a conoscere i piloti direttamente in griglia di partenza, mi sono iscritto ad un gruppo fotografico su fb ed ho rispolverato una vecchia passione e ho vinto tre volte il concorso, sono stato invitato a visitare il museo Lamborghini, ho conosciuto Alessandro Gentile giocatore di basket della Virtus Bologna che è venuto a fare visita al reparto in ospedale, sono andato a un ritrovo di motociclisti Harley Davidson organizzato da Ageop, ho imparato a pescare e ho scritto un articolo per l'associazione Linfoamici di Roma dai quali sono stato contattato, insomma sono uno sportivo ed è dura tenermi fermo. Così con coraggio e determinazione il 9 marzo ho iniziato la prima terapia e ho terminato l'ultima il 6 giugno, fortunatamente ne ho fatte solo 4 il minimo previste in quanto dopo le prime due mi hanno ripetuto la Pet che era già risultata negativa. Sono riuscito a tornare anche a scuola l'ultima settimana prima che terminasse e sono stato accolto dai miei compagni con una grande festa a sorpresa e per questo li ringrazio molto. Sarò sempre grato a tutte le persone che mi sono stati vicini in questi mesi e a loro dedico questo mio ritorno in pista e alle gare, alla mia famiglia, alla mia scuola e a tutti i medici e infermieri dell'ospedale. Da questa esperienza esco più forte di prima, con la consapevolezza di avere rischiato tanto e di essere stato molto fortunato ad accorgermene per tempo e ad essere qui a raccontarvi la mia storia finita per il meglio. Ora dovrò solo fare un paio di controlli all'anno. Spero che questo mio racconto possa essere di aiuto per dare forza e speranza ad altre persone che purtroppo stanno affrontando una esperienza simile alla mia.

 

Ma torniamo alla gara, come dicevo è molto bello per me tornare in pista anche se sarà molto faticoso con il caldo e l'allenamento non ancora al 100% della forma fisica per questo sport molto faticoso già è un miracolo che io possa partecipare ma ci tengo molto ad esserci e come vada vada anche se ormai il campionato è praticamente finito manca solo un' altra gara, ma io la mia gara più importante l'ho già vinta.

Vi allego un po' di foto di questo periodo e vi scriverò ancora domenica sera o lunedì per raccontarvi il risultato della gara.

Poi per tutto il mese di agosto andrò in vacanza a Riccione, la prossima gara sarà il 2 settembre a Jesolo e la prossima volta vi racconterò anche di un nuovo progetto per un'altra splendida giornata a cui presto prenderò parte!

Grazie a tutti!

Jacopo

 

http://www.duecaffe.it/index.php?option=com_content&view=article&id=12253:kart-2018-07-03-21-57-33&catid=51:kart&Itemid=199

4 Luglio 2018

Jacopo Sisti, il giovane pilota molinellese finalista lo scorso anno nel Campionato Italiano Rotax Junior, è tornato in pista qualche giorno fa, per riprendere gli allenamenti in vista della gara in programma a Siena il mese prossimo. Interrompendo un lungo silenzio, popolato di brutti pensieri, Jacopo ha deciso di raccontare la sua storia ad Ageop Ricerca.

 

Tutto ha inizio il 7 febbraio … Ho passato gli ultimi 5 mesi tra il 4 e il 5 piano dell'Ospedale sant'Orsola di Bologna e solo quando ci entri puoi veramente capire quello che si prova specialmente se hai 16 anni e pensi che nulla ti possa capitare.

Inizialmente il modo ti crolla addossa devi riorganizzare la tua vita ma presto ho capito che solo con la positività e la forza ce la puoi fare, non con la compassione, la curiosità delle persone che prima ci sono e subito dopo non le vedi più, queste non sono malattie contagiose. Quando entri in quei reparti c'è tanto silenzio, tanta tristezza le giornate sono lunghe e interminabili, ma io di quel periodo voglio ricordare solo cose belle, dottori e infermieri a cui ho imparato a volere bene e che ringrazierò e non dimenticherò per tutta la vita. Mi ritengo un privilegiato perchè in pochi mesi sono qui a potere raccontare la mia esperienza a differenza di ragazzi che ho conosciuto e che lottano per anni contro a malattie che purtroppo a volte non ti lasciano via di scampo. Sono GUARITO in pochi mesi ho vinto la mia gara più importante ed ora mi riprendo la mia vita più forte di prima!

Ho imparato quanto la mia famiglia sia importante per me, la mia mamma che mi è sempre stata vicino e non mi ha mai lasciato solo un minuto, il mio papà che con la sua positività mi ha dato tanta forza, i nonni che sono sempre stati presenti ad aiutarci, la mia cagnolina è stata fondamentale per me, la mia scuola e i miei professori. Ho imparato a riconoscere le vere amicizie quelle sulle quali so che potrò sempre contare.

Non so perché certe cose capitano nella vita, ma credo capitano alle persone speciali, persone che sono dei guerrieri come lo sono stato io e quando capitano ti cambiano la vita ancora in meglio rispetto a prima!

E ora via con gli allenamenti per tornare in pista e poi si parte per le vacanze!

Grazie AGEOP RICERCA e LINFOAMICI

 

http://www.ageop.org/

https://www.facebook.com/Ageop/

 

“Quando fuori esplode la luce dell’estate e molte persone sfoggiano un colorito ambrato, le finestre sigillate del 5 piano della pediatria, custodiscono un mondo di esagerato pallore. Sono lontani l’azzurro del cielo e del mare, la verditudine di colline e montagne. E qui ogni genitore sogna una tregua dal cancro per poterli portare fuori, a toccare le foglie, ad accarezzare un gatto, a volare su un’altalena, ad abbracciare i fratelli”.

 

24 Giugno 2018 Con un messaggio postato su fb domenica 24 giugno (Migliaro, 9.05: Si ricomincia l’allenamento!), Jacopo Sisti ha annunciato con soddisfazione il suo ritorno in pista, dopo 5 mesi piuttosto difficili per lui e per la sua famiglia. L’obiettivo ora è quello di poter partecipare alla gara in programma a Siena il prossimo 3 agosto. www.duecaffe.it

13 Maggio 2018 GIORNATA A IMOLA AI BOX SBK GRAZIE AL RESTO DEL CARLINO BOLOGNA

10 Febbraio 2018 GALA' DELLO SPORT

Jacopo sarà premiato sabato 10 Febbraio 2018 per meriti sportivi e di studio durante la serata del galà dello sport organizzata dal Comune di Molinella.

CONCORSO: VOTA LA FOTO + BELLA

Torna il concorso VOTA LA FOTO + BELLA DELL'ANNO.

Un gioco per raccontare un anno di sport. Tra le centinaia di foto che nel corso del 2017 sono passate sulle nostre pagine web, con l’aiuto di alcuni esperti ne abbiamo scelte e numerate 18 tra queste anche quella di Jacopo Sisti in kart durante la gara di Jesolo sul bagnato.

La più votata sarà proclamata FOTO + BELLA DELL'ANNO.

La premiazione avrà luogo sabato 10 febbraio 2018, nel corso del Galà dello Sport al Palazzetto di Molinella.

Questa è la mia foto in gara come foto più bella dell'anno scelta dal giornale on line due caffè.

Per votarla dovete seguire il link e grazie mille a tutti:

http://www.duecaffe.it